Tutti parlano di metabolismo ma…non tutti sanno quando è lento

metabolismo, metabolismo lento, dimagrire
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest

Il metabolismo è l’insieme dei processi energetici e biochimici attraverso cui il nostro organismo riesce ad estrarre l’energia (calorie) presente negli alimenti, che verrà poi utilizzata per il fabbisogno energetico necessario alla propria sopravvivenza. Il meccanismo alla base del funzionamento del metabolismo è complesso e finemente regolato in base alla disponibilità giornaliera dei nutrienti e alle richieste per il funzionamento cellulare. Quindi, è proporzionalmente correlato alla quantità di energia consumata durante l’arco della giornata.

Gli elementi che determinano il consumo energetico giornaliero sono tre:

– Metabolismo basale: il dispendio energetico in condizioni di totale riposo, necessario a mantenere lo stato di veglia ed il normale funzionamento di tutti i processi vitali del corpo, e rappresenta il 75% del dispendio energetico totale giornaliero;

– Termogenesi alimentare: l’energia ulteriore che l’organismo utilizza per scindere gli alimenti che assume. Rappresenta circa il 10-15% del dispendio energetico quotidiano; in particolare, è stato stimato che la termogenesi relativa alle proteine è 5 volte più dispendiosa di quella relativa ai carboidrati, che a sua volta è 5 volte più dispendiosa di quella relativa ai lipidi;

– Movimento: aumenta il dispendio calorico giornaliero che a sua volta accelera il metabolismo che si ricalcola in base all’energia consumata. Un esercizio fisico regolare è quindi in grado di velocizzare il metabolismo degli acidi grassi, favorendo anche il dimagrimento.

Come capire se il metabolismo è lento

Molteplici e tutti molto evidenti sono i segnali che l’organismo invia costantemente per segnalare la persistenza di un metabolismo lento, come ad esempio: affaticamento, pressione bassa, tendenza ad ingrassare, eccessiva sudorazione, intestino pigro con gonfiore, aumentata sensibilità al freddo, secchezza di pelle e capelli, stitichezza, dolori addominali e pelvici. Imparare a riconoscerli è il primo passo per risolvere la problematica.

Ecco alcuni fattori che possono determinarne il rallentamento:

– Genere: è ormai comprovato che l’uomo, grazie ad una struttura muscolare maggiore, presenti un metabolismo più veloce rispetto alla donna (circa il 5-10% in più);

– Età: il metabolismo nei bambini, ma fino ai 30 anni, è molto veloce, dopodiché inizia a rallentare del 2-5% ogni decade, fino poi a frenare ancora dopo i 60 anni;

– Stile di vita sedentario: la scarsa attività fisica porta l’organismo a non consumare l’energia in eccesso fornita con gli alimenti;

– Menopausa: che causa una ridotta attività della ghiandola tiroidea. La menopausa si contrappone allo stato di gravidanza e allattamento, in cui il metabolismo basale aumenta (anche fino al 3-6%);

– Disordini alimentari: come anoressia e bulimia, in cui l’apporto calorico assunto è inadeguato a garantire la corretta funzionalità dell’organismo, che si difende mettendo in atto dei meccanismi di sopravvivenza tra i quali, il rallentamento del metabolismo;

– Disfunzioni ormonali: come la disfunzione degli ormoni tiroidei (tiroxina, T3, triiodotironina e T4). Una scarsa, oppure, una maggiore produzione di questi ormoni, determinata rispettivamente da ipotiroidismo, o da ipertiroidismo, possono portare ad un rallentamento oppure ad un aumento del metabolismo. Anche altri ormoni, quali l’adrenalina, l’ormone della crescita (anche noto come somatotropina) e il testosterone possono essere responsabili di un’accelerazione del metabolismo.

Se ci si rende conto di avere un metabolismo troppo lento, non è mai troppo tardi per correre ai ripari: aggiustando l’alimentazione, aumentando l’esercizio fisico ed aiutandosi con rimedi quali gli integratori naturali.

Vorresti dimagrire localmente da subito?

Attraverso ricerche sugli ingredienti specifici che potessero innescare una risposta brucia-grassi localizzata, è nata 
“DL3” – la prima linea di integratori specializzati per il dimagrimento localizzato. 

Condividi questo post con i tuoi amici

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin